club

menu

La famiglia

La Famiglia Anselmi da tre generazioni coltiva il Terroir "Falezze". Il nome deriva dalla gente che molto tempo fa lavorava questa terra e risiedeva nell'adiacente antica dimora chiamata “Valdonega”. Il nome “Valdonega” significa “valle del signore feudale”. Evidentemente nel Medioevo tale rustico era di proprietà di uno scudiero (presumibilmente) della Signoria Della Scala. Grazie alla posizione strategica dello stabile, si riusciva a controllare tutta la vallata di Mezzane.

Incuneato in un contesto unico, troviamo altre testimonianze storiche che raccontano di un passato importante. Ad est di Falezze è presente la “Via Cara”. La strada prende il nome da "via Vaccara" (via Vaccara = strada delle mucche). Utilizzata dai romani per raggiungere velocemente la val d'Adige, nel medioevo questa via di comunicazione fu percorsa per la transumanza tra i Pascoli dei Monti Lessini e la Pianura Padana. Successivamente sotto l'Impero Austro-Ungarico fu trasformata in una importante via di collegamento con Vienna.

Guardando invece a sud di Falezze troviamo Squarzego, uno dei complessi rurali più antichi della provincia di Verona. Fu amministrata per secoli da una comunità di Monache. Nel giorno 31 maggio 1266, la Badessa, consenzienti monache e conversi, redassero “le Regoli Campestri di Squarzego”, che è attualmente la testimonianza più antica di un “Contratto Agrario”. In questa terra la vigna è sempre stata coltivata, lo testimoniano sia i documenti storici (Regole Campestri) e sia dalla presenza di un vecchio vigneto di oltre 80 anni di età.

La moglie di Luca

Sofia Kherkeladze

Cura personalmente le etichette delle bottiglie (collezione privata). Nella sua vita oltre ad essere una "Label Designer", è anche una artista e pittrice. Laurea specialistica in "Fashion Designer" all'accademia di Belle Arti di Brera e Figlia d'Arte di un'artista famoso (suo padre è il Prof. Niko Kherkeladze, Primo nel 2010 all'esposizione internazionale del "Carrousel du Louvre"). Sofia nelle sue opere, ricerca la "metamorfosi della donna moderna" attraverso lo studio di linee morbide che raccontano un sogno contemporaneo.
www.sofiart.info